Le immagini pubblicate online da Genova Quotidiana non lasciano dubbi: nel greto del Bisagno ci sono diverse carcasse di cinghiali, morti da alcuni giorni se non addrittura settimane come si capisce chiaramente dall’avanzato stato di decomposizione di alcune carcasse.

“Una situazione gravissima e inaccettabile, non solo perché quelle carcasse ammorbano l’aria e l’acqua, ma anche perché la loro presenza dovrebbe dare il ‘la’ a non pochi interrogativi, il più importante dei quali è: perché nel Bisagno ci sono dei cinghiali morti? Le cause sono da ricercare in una malattia? O forse perché qualcuno ha pensato di disseminare il greto di bocconi avvelenati?”.

Così, i consiglieri comunale Maria Tini (prima firmataria dell’interrogazione dedicata) e regionale Marco De Ferrari, che poi aggiungono: “Non occorre essere degli animalisti per lanciare l’allarme: oltre a essere una questione etica, è anche una questione di igiene pubblica. Il Comune di Genova, coinvolgendo anche Città Metropolitana, l’ufficio igiene e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale competente sulla nostra regione, dovrebbe intervenire non solo facendo rimuovere immediatamente le carcasse ma anche cercando di individuare le cause dei decessi”.

MoVimento 5 Stelle Liguria
MoVimento 5 Stelle Genova

M5S Liguria

Leave a Comment