Valorizzazione dell’ambiente (attraverso l’abbattimento delle emissioni atmosferiche grazie al progressivo incremento della produzione d’energia elettrica da fonti rinnovabili); promozione della coesione economico-sociale (con il progressivo incremento delle utenze beneficiarie del consumo gratuito dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili); e sviluppo economico del territorio (per effetto del diffuso miglioramento dell’efficienza energetica degli immobili serviti e della possibilità di favorire la creazione di una filiera locale nel settore dell’installazione, manutenzione e gestione di impianti di produzione d’energia da fonti rinnovabili). Sono i tre principi della proposta di legge denominata “Reddito energetico” a prima firma del consigliere regionale Andrea Melis e sottoscritta dai colleghi di Gruppo.

“La proposta di legge prevede uno stanziamento di fondi da parte di Regione Liguria al fine di sostenere l’acquisto di impianti fotovoltaici a uso domestico, tipicamente da max 3kw, con un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 4.000,00 euro e non superiore al 70% della spesa ammessa, tramite appositi bandi indirizzati prioritariamente a famiglie con redditi contenuti”, dichiara Melis.

“L’impianto messo in rete, grazie a un accordo tra beneficiario del contributo, Regione e GSE (il gestore dei servizi energetici attivo proprio sulle fonti rinnovabili), produrrà energia che avrà come primo risultato quello di abbattere il costo delle bollette delle famiglie che l’avranno installato – spiega -. Il secondo risultato sarà nei ricavi derivanti dalla vendita di energia elettrica prodotta e non utilizzata dall’impianto, che sarà dunque messa in rete grazie al meccanismo dello ‘scambio sul posto’ e che, in virtù all’accordo tra GSE e Regione Liguria, vedrà quest’ultima incassare i ricavi e sarà vincolata ad accantonarli per stanziare ulteriori fondi per altri impianti“.

“Portare a casa la legge Reddito Energetico consentirebbe di raggiungere 3 preziosi obiettivi: risparmio per le famiglie, fondi aggiuntivi per Regione Liguria per promuovere la diffusione di impianti fotovoltaici sul nostro territorio e, infine, una riduzione delle emissioni inquinanti, in linea con gli obiettivi dell’Unione europea”, aggiunge il consigliere, che poi ricorda anche i vantaggi indiretti: “L’installazione di piccoli impianti fotovoltaici può vedere protagoniste le imprese del nostro territorio, sempre più presenti e diffuse, creando così occupazione e sviluppo”.

Il settore green è in forte espansione: la nostra regione ha potenzialità di sviluppo importanti e tante imprese pronte a cogliere queste opportunità. A fronte di un investimento iniziale di bilancio regionale, sono convinto che le ricadute economiche, come già dimostrato in altre occasioni, si possono moltiplicare con benefici per tutti”, conclude Melis.

MoVimento 5 Stelle Liguria

M5S Liguria

1 Comment

    • Bianco michele

      Il reddito energetico,e già attivo in Puglia? Potremmo basare la nostra proposta su quella pugliese,sempre del nostro gruppo in quella regione

      reply

Leave a Comment