“Un totale rovesciamento della realtà, dietro cui c’è il solito, trito, ricatto occupazionale”.

Così Andrea Melis, portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria, attacca i vertici di Tirreno Power e i sindacati che nelle scorse ore hanno rispolverato un documento con cui l’ISS negava i danni sanitari e ambientali della centrale di Vado Ligure.

“Si tratta di una perizia vecchia, già abbondantemente superata dalla Procura e smentita dai suoi stessi firmatari – spiega Melis – con cui i sindacati tentano di rovesciare sistematicamente le verità documentali e scientifiche sul maxi-inquinamento ambientale provocato dal carbone nel Savonese”.

“È l’ennesima dimostrazione – conclude il portavoce penta stellato – della visione miope da parte delle sigle sindacali savonesi che sostengono il carbone come il bitume, senza preoccuparsi della salute dei cittadini e, in primis, degli stessi lavoratori che dovrebbero tutelare. Dal greco antico, sindacato significa letteralmente fare giustizia insieme. Se lo sono dimenticato? Noi a questo ricatto occupazionale non ci stiamo!”

MoVimento 5 Stelle Liguria